https://doi.org/10.5281/zenodo.6957390

 

Editor: L.Cappelletti

 

Testo:

p[.] avusas [vac]

g. marahii(s).

m(a)r(as). gnaívii(s).

tríbúns. plíf(ríks)

5   víass. upse(ns).

íním. [—]p [—]

[prú]f[attens?]

 

(ImIt Trebula Balliensis 1; Poccetti 2002-2003)

 

 

Traduzione: “P. Avusas, G. Maraeus, M(a)r(as) Gnaevius, tribuni della plebe, costruirono le strade e [— le approvarono?]”. (L.Cappelletti)

Luogo di ritrovamento: Pontelatone, loc. Treglia (prov. Caserta); epigrafe consegnata nel 2001 dal proprietario di un fondo situato nella parte sud-occidentale dell’antico abitato, dove era stata trovata pochi anni prima

Supporto: cippo frammentario di calcare bianco locale (alt. 62 cm; largh. 60 cm; sp. 39 cm)

Numero d’inventario/Luogo di conservazione: Soprintendenza Archeologica per le Province di Napoli e Caserta, Deposito di Calvi Risorta, nr. 268349

Datazione: fine III – I sec. a.C. (DE CARO 2002); c. 150-100 a.C. (?) (ImIt Trebula Balliensis 1)

Bibliografia: ImIt Trebula Balliensis 1 (vol. I, 576-577; foto); S.DE CARO, Pontelatone. Località Treglia. Iscrizione osca dall’abitato di Trebula Balliensis, SE 65-68, 2002, 495-497, tav. XLIII b (foto e apografo); I.-J.ADIEGO, Osco tríbuf plífríks, Glotta 77, 2001, 1-6; P.POCCETTI, Una nuova carica pubblica osca (tríbuf plífríks) tra problemi linguistici ed istituzionali, in: G.Marotta (ed.), Atti del Convegno di Studi in memoria di Tristano Bolelli, Pisa, 28-29 novembre 2003, Studi e Saggi linguistici 40-41, 2002-2003, 297-315; A.L.PROSDOCIMI, Considerazioni sull’iscrizione di Trebula e i nuovi dati istituzionali, SE 65-68, 2002, 505-512; G.GUADAGNO, La “precoce romanizzazione” delle aree italiche in età preromana: luoghi comuni, in: D.Caiazza (ed.), Italica ars. Studi in onore di Giovanni Colonna per il premio I Sanniti, Piedimonte Matese 2005, 399-411; E.TRIANTAFILLIS, Le iscrizioni italiche dal 1979. Testi, retrospettiva, prospettive, Padova 2008, 117-120 nr. SN 24 (apografo); D.CAIAZZA (ed.), Trebula Balliensis. Notizia preliminare degli scavi e restauri 2007-2008-2009, Alife 2009, 13; L.CAPPELLETTI, Le magistrature italiche. Problemi e prospettive, Index 39, 2011, 323-338, 335-336; L.CAPPELLETTI, Gli statuti di Banzi e Taranto nella Magna Graecia del I secolo a.C., Frankfurt am Main 2011, 91-95; M.H.CRAWFORD, Tribunes in Italy, in: G.Rocca (ed.), Le lingue dell’Italia antica. Iscrizioni, testi, grammatica / Die Sprachen Altitaliens. Inschriften, Texte, Grammatik. In memoriam Helmut Rix (1926-2004), Atti del Convegno Internazionale, Milano, 7-8 marzo 2011, Άλεξάνδρεια – Alessandria 5, 2011, 45-48; G.GUADAGNO, Vasto. Tribuf plifriks. Presunti tribuni della plebe in area italica, Considerazioni di Storia ed Archeologia 6, 2013, 46-49; C.LETTA, Un nuovo corpus delle iscrizioni italiche, Athenaeum 102.2, 2014, 558-564, 560; O.SALOMIES, Some published, but not very well known Latin Inscriptions, Arctos 48, 2014, 319-346, 326-328; L.CAPPELLETTI, L’elemento romano negli stati italici in età anteriore alla Guerra Sociale (90-88 a.C.), in: M.Aberson et alii (eds.), L’Italia centrale e la creazione di una koiné culturale? I percorsi della “romanizzazione”, Atti del Convegno, Roma, Istituto Svizzero di Roma – The British School at Rome – Koninklijk Nederlands Instituut Rome, 21-24 ottobre 2014, Berne 2016, 73-84, 79-81; M.DI FAZIO, Le forme del potere in società ‘liquide’. Epigrafia magistratuale del Lazio meridionale ‘volsco’, in: E.Bianchi – C.Pelloso (eds.), Roma e l’Italia tirrenica. Magistrature e ordinamenti istituzionali nei secoli V e IV a.C., Milano 2020, 211-230, 227; D.CAIAZZA, Il Cippo Abellano. Una nuova interpretazione e scritti a corredo, Piedimonte Matese 2021, 148-149, 212-219 (foto); T.LANFRANCHI, Le développement des magistratures à Rome dans son contexte italien, MEFRA 133.2, 2021,321-346; L.CAPPELLETTI, Elementi per un diritto pubblico degli Italici, in: E.Benelli – S.Marchesini – P.Poccetti (eds.), Per una definizione delle lingue e delle culture sabelliche / Defining Sabellian Languages and Cultures, Atti del Convegno Internazionale, Roma, Consiglio Nazionale delle Ricerche, 8-9 febbraio 2018, Linguarum Varietas 12, 2023, 11-25, 22, c.s.